Chiara “KiaZ” ZAnutto

Maestra di mtb FCI ti2 (ex TM1) e Guida Cicloturistica sportiva FCI.
In possesso di abilitazione BLSD.
Founder and Owner.

Nata a fine anni 70, cresciuta negli anni 90 con uno snowboard sotto i piedi, sono sempre stata attratta da action sports e attivita’ outdoor piu’ o meno adrenaliniche.

Dopo una parentesi – anche agonistica – nel surf da onda (longboard) , torno ad una delle antiche fiamme, la bici. Le prime esperienze con le due ruote in discesa risalgono all’epoca post-olimpica, ovvero estate 2007, nella ormai dimenticata alta ValSusa a bordo di una Slayer da 26 comprata online, trovando nella mtb un egregia sostituta estiva della tavola da neve.
Gli eventi mi allontanano per un periodo dalla mia Valle e mi portano a Roma, dove nel 2016 decido che devo tornare in bici. Nel 2017 assemblo una Stumpjumper partendo da telaio, e a cavallo del 2018/2019 prendo il brevetto di maestra di primo livello con la FCI. Continuo a girare, racconto le mie esperienze e i miei giri sul blog personale not4normals.it , metto a disposizione la mia esperienza e propensione alla didattica di chiunque voglia avvicinarsi a questo mondo. Nel 2021 la svolta, una fortunata coincidenza mi permette di entrare nello staff tecnico della Tibur Bike Team, dove tuttora collaboro seguendo le categorie giovanili.

Sono elettrica da un paio d’anni, e credo che l’ebike sia la chiave di volta per aprire questo sport a molte piu’ presone, permettendo di azzerare il divario dovuto all’allenamento, cosa che in passato mi ha fatto soffrire parecchio e reso difficoltoso l’inserirmi in uscite di gruppo.
Non ho mai fatto gare, non so se ne faro’. Adoro la montagna e quindi l’all-mountain, preferendo un approccio esplorativo, dove non conta la velocita’, ma la sicurezza e la giusta tecnica per affrontare in sella anche passaggi complessi.
Anche se per il momento basata su Roma, mi trovate spesso in Liguria (levante) e ovviamente nella “mia” Val di Susa.
La mia mission e’ avvicinare sempre piu’ donne a questo sport, sfatando alcuni miti, aiutandole a guadagnare sicurezza e ad affrontare trail impegnativi , lavorando qualora necessario anche sui blocchi mentali, ovvero uno dei problemi piu’ frequenti tra le aspiranti biker in rosa.

Le mie bici sono una ebike Thok MIG (una delle elettriche a peso standard piu’ maneggevoli sul mercato) e un frontino un po’ cattivo per non dimenticare come si pedala senza motore 😀